Finché morte non ci riunisca.

Questa storia viene dal passato, eppure l’uomo riesce ancora oggi a dividersi anche su ciò che dovrebbe unire.

È la storia di due coniugi.  È raro che in questi giorni due persone sposate causino uno scandalo. Tuttavia, le cose non sono sempre state così Nei Paesi Bassi, nel diciannovesimo secolo, la religione divideva la società. Ma nel 1842, senza preoccuparsi di ciò che la società poteva pensare, una donna di 22 anni sposò un colonnello di 33 anni della cavalleria olandese.

Il marito era protestante e la moglie cattolica: il loro matrimonio suscitò scalpore nella città di Roermond, ma alla coppia non importava.

Tombe del colonnello J.W.C van Gorcum e di sua moglie J.C.P.H van Aefferden, Het Oude Kerkhof, Roermond, Olanda.

Rimasero sposati per 38 anni finché il marito morì nel 1880. Come usanza, fu sepolto nella sezione protestante del cimitero locale, che divideva i suoi occupanti per fede. Sezioni diverse furono assegnate a cattolici, protestanti ed ebrei, e ogni sezione era divisa da uno spesso muro di mattoni.

Se si era di una certa fede, non si poteva essere sepolti in un’altra sezione, il che significava che la moglie non sarebbe stata in grado di essere sepolta accanto a suo marito.

Così ha escogitato un piano intelligente che è ancora affascinante per le persone di oggi.

Mentre era viva, la moglie chiarì i suoi desideri: non voleva essere seppellita nella tomba della famiglia d’origine, desiderava essere il più vicino possibile al marito.

Ed ecco la soluzione: le due sepolture ai lati opposti del muro divisorio, due lapidi separate da un muro e dalle religioni, due coniugi riuniti da un paio di mani che si collegano sopra il divisorio in mattoni.

 

Ancora oggi gli uomini trovano ogni ragione per dividersi, persino nella religione.  L’amore sa riunire anche nelle situazioni più difficili.

Altri articoli

0 Comment