Il saluto di Giovanni Caciolli

UN SALUTO A TUTTI ED UN ARRIVEDERCI CON UN RUOLO MOLTO DIVERSO

Anche il 7° Congresso Nazionale di Federcofit ha chiuso i battenti.

Molti hanno visto ed hanno potuto verificare il successo politico dell’Assise fiorentina:  non solo la prima presentazione del nuovo Disegno di Legge ma anche una nutrita presenza di personalità istituzionali hanno segnato, ancora una volta, il ruolo centrale di Federcofit per l’intero settore e la positività dell’azione della Federazione per promuovere ed accreditare la funeraria presso le Istituzioni.

Avendo avuto, anch’io, un ruolo, sicuramente modesto, nella realizzazione di questi risultati, permettetemi, nel momento in cui lascio, come da tempo annunciato, il ruolo ricoperto per 20 anni, quello di Segretario, permettetemi, dicevo, di rappresentarvi l’orgoglio e la gratitudine per avere portato, insieme a tutti i dirigenti ed a tutti gli associati, Federcofit a questi livelli.

Lascio l’incarico ricoperto fino ad ora senza rimpianti soprattutto perché lo lascio in buone mani; il nuovo Segretario Nazionale di Federcofit, Riccardo Salvalaggio, sarà un Segretario all’altezza degli impegni futuri della Federazione e potrà garantire, ovviamente non da solo, lo sviluppo ed il rafforzamento della nostra Federazione.

Continuo, e continuerò, a chiamare Federcofit la “nostra Federazione” non solo perché ha rappresentato 20 anni di impegno ma anche perché con grande piacere ho accettato la proposta formulata dal Presidente Vergani di assumere la carica di VicePresidente con un impegno molto più “leggero” ma, purtuttavia,  presente.

Molti, con la fine del Congresso, hanno sottolineato che “abbiamo fatto una bella squadra”, è vero, ma ancora di più, tutti insieme abbiamo fatto una grande “cosa”, una Federazione che è cresciuta anno dopo anno fino a rappresentare un ruolo assolutamente centrale per l’intero comparto.

Con queste righe voglio rivolgere un pensiero di profonda gratitudine a tutte quelle persone, alcune non più presenti tra noi, che nel lontano 1999, nel maggio 1999, a Milano, dettero vita a Federcofit. Persone coraggiose che hanno contribuito a mettere in campo questo nuovo soggetto che tanto ha fatto e che tanto rappresenta per la funeraria italiana. Anche a coloro che hanno fatto altre scelte ed hanno abbandonato la Federazione: a tutti va il mio ringraziamento perché con il loro atto hanno dato vita ad un soggetto, Federcofit, che ha portati grandi progressi al settore.

A tutti gli amici un grande abbraccio con l’impegno di stare insieme come “frate”, non come “priore” convinto che solo facendo la strada tutti insieme potremo ottenere i risultati sperati.

Giovanni Caciolli

Altri articoli

0 Comment