Distanziamento durante le funzioni funebri: si può stare più vicini, ma non con tutti e si torna a cantare!

Il 12 agosto 2020 il Ministero dell’Interno ha emanato una ulteriore circolare relativa alle funzioni religiose in generale e di conseguenza anche alle funzioni funebri con oggetto: “Emergenza epidemiologica da covid-19. Protocollo con la Conferenza episcopale italiana. Celebrazioni liturgiche con la partecipazione dei fedeli. Quesiti posti dalla Conferenza episcopale italiana”.

La circolare è stata emanata su sollecitazione della CEI e chiarisce che:

“…sulla base degli attuali indici epidemiologici, è possibile la reintroduzione dei cori e dei cantori, i cui componenti dovranno mantenere una distanza interpersonale laterale di almeno 1 metro e almeno 2 metri tra le eventuali file del coro e dagli altri soggetti presenti. Tali distanze possono essere ridotte solo ricorrendo a barriere fisiche, anche mobili, adeguate a prevenire il contagio tramite droplet. L’eventuale interazione tra cantori e fedeli deve garantire il rispetto delle raccomandazioni igienico-comportamentali e in particolare il distanziamento di almeno 2 metri.”.

Continua specificando:

“Durante lo svolgimento delle funzioni religiose non sono tenuti all’obbligo del distanziamento interpersonale i componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi/congiunti, parenti con stabile frequentazione; persone, non legate da vincolo di parentela, di affinità o di coniugio, che condividono abitualmente gli stessi luoghi e/o svolgono vita sociale in comune.”

P. Momo

 

clic qui per scaricare la nuova circolare sulle funzioni religiose

Altri articoli

0 Comment