Appello alla Corte costituzionale in difesa delle famiglie e della legge funeraria lombarda

Il 7 luglio la Corte costituzionale deciderà sull’impugnazione che il Governo ha promosso contro la legge regionale della Lombardia sulla funeraria.  Federcofit ed Efi hanno scelto di pubblicare due annunci sul “Corriere della Sera” e su “Il Tempo” per chiedere alla Corte costituzionale di difendere il diritto delle famiglie a salutare i propri cari e difendere il comparto funerario in Lombardia.
fai clic qui per scaricare il PDF dell’annuncio

Il 7 luglio la Corte costituzionale è chiamata a decidere sulla cancellazione della nuova Legge lombarda sul comparto funerario. Si deciderà se negare alle famiglie il legittimo diritto di salutare degnamente i propri cari presso le abitazioni o le “Case Funerarie”, strutture appositamente create per rispondere ai desideri delle famiglie e alle reali esigenze di una società in evoluzione.

Verrà decretato anche il destino di numerose imprese funerarie e il futuro dei loro dipendenti ma, soprattutto, potrebbe essere messo in ginocchio un intero settore vanificando tutti gli investimenti fatti negli ultimi 15 anni.

Il Governo e la politica non tengono conto delle esigenze dei cittadini e dell’imprenditoria funeraria privata che cerca di proteggere questi sacrosanti diritti.

L’ATTENZIONE AI DEFUNTI È SEGNO DI CIVILTÀ

Chiediamo alla Corte costituzionale di mantenere l’attuale legge lombarda sul comparto funerario che significherebbe tutelare il nostro lavoro e quello degli addetti al settore, ma soprattutto proteggere le famiglie di cui ci prendiamo cura tutti i giorni.

fai clic qui per scaricare il PDF dell’annuncio

Altri articoli

0 Comment