Coronavirus: risponde la Protezione Civile della Lombardia

La protezione civile ci risponde FINALMENTE
Anche se la risposta non ci piace ma almeno non ci sentiamo scaricati da un messaggio preimpostato.
Siamo ben speranzosi che il Decreto Legge recentemente pubblicato (17 marzo) ci lasci passare dalle strette maglie delle dogane i DPI che FEDERCOFIT sta ordinando per poter consentire agli operatori di lavorare.
ABBIAMO BISOGNO DI UNA SOLUZIONE e NOI le stiamo tentando tutte.
A brevissimo sapremo se darvi l’ottima notizia che il carico è arrivato a destinazione.

Riccardo Salvalaggio
Data: 22 marzo 2020 14:48:27 CET
Oggetto: I:  nota comparto funerario prot 12408L’Unità di Crisi regionale è impegnata in questi giorni nell’approvvigionamento delle mascherine e degli altri dispositivi medici per le strutture sanitarie e sociosanitarie necessari per la protezione dei medici e degli altri operatori sanitari impegnati nella battaglia contro il Coronavirus. Non si occupa invece della fornitura di presidi per altri soggetti, che devono procurarsele autonomamente.
Siamo consapevoli che purtroppo in questo momento non è semplice trovare tali dispositivi, ma le recenti misure, in particolare il Decreto Legge del 17 marzo 2020, volte a semplificare le procedure per la produzione, la messa in commercio e l’importazione delle mascherine chirurgiche e dei dispositivi di protezione individuale, dovrebbe facilitarne il reperimento.
Ricordiamo inoltre che l’uso delle mascherine, seppure contribuisca a limitare la diffusione del virus, è indicato soprattutto se si sospetta di essere malati, se si presta assistenza a persone malate o se non è possibile mantenere la distanza di sicurezza e, in ogni caso, deve essere accompagnato da altre misure di igiene quali il lavaggio frequente delle mani, la distanza tra le persone e l’utilizzo di prodotti a base alcolica o con cloro.

LA SEGRETERIA

Altri articoli

0 Comment