I funerali stanno cambiando

Ogni minuto, nel mondo, muoiono almeno cento persone.
In Italia, in media, nel 2017  è morta una persona ogni minuto e 14 secondi.
Ognuno di questi decessi è stato causa di sofferenza per qualcuno e di lavoro e profitto per qualcun altro.
Negli Stati Uniti il settore delle imprese funebri vale 16 miliardi di dollari l’anno e, secondo dati più o meno aggiornati e precisi, vale tra i 2 e i 3,5 miliardi di euro in paesi come Germania, Francia, Regno Unito e Italia.
In Italia ci sono più di seimila imprese di pompe funebri, quasi tutte con meno di dieci dipendenti, una su due aperta dopo la liberalizzazione del 1998.
Nel 2017 in Italia sono morte 10,6 persone ogni mille abitanti; nel 2050 si stima che il quoziente di mortalità arriverà al 13,7 per mille. E ci sono previsioni simili anche per gran parte del resto del mondo.

Il resto dell’articolo, con un intervento di Giovanni Caciolli, su “il Post” a questo link.

 

 

Immagine di copertina, tratta da il Post: “Funeral Party” © 2007

Altri articoli

0 Comment