Legge funeraria Lombardia: le perplessità di Federcofit

Al di là di alcuni aspetti sicuramente più “attraenti” dal punto di vista della polemica politica, su cui non a caso i quotidiani fanno i titoli, Federcofit solleva da subito alcune perplessità sulle norme che riguardano direttamente le Imprese del Comparto Funerario.

Allo stato attuale la legge sembra poter essere il chiavistello per la precarizzazione del lavoro nel Comparto lombardo.
Il richiamo generico a «regolari contratti di lavoro», non appare in grado infatti di escludere i contratti «a chiamata».
«Se non verrà emendato quel passaggio – dice il segretario nazionale Federcofit Riccardo Salvalaggio – tutte le imprese che hanno dipendenti potranno lasciarli a casa, col rischio di precarizzazione generale».
Altre perplessità espresse da Federcofit riguardano la sala del commiato, che le imprese vorrebbero «a feretro chiuso» e le case funerarie, per le quali gli Operatori chiedono di normare bene limiti del pubblico e del privato.

È possibile leggere l’articolo integrale su Il Giornale

Altri articoli

0 Comment