I numeri di Tanexpo 2018

TANEXPO 2018: GRANDE SUCCESSO CON UN OCCHIO AL FUTURO, SEMPRE PIU’ GLOBALE E DIGITALE

Chiude il 7 aprile Bologna con 18.700 visitatori e oltre 250 espositori da tutto il mondo

18.700 visitatori da 55 Paesi per l’edizione 2018 di TANEXPO, Esposizione Internazionale di Arte Funeraria e Cimiteriale che chiude oggi 7 aprile a Bologna con un   +4% di visitatori rispetto all’edizione precedente, confermandosi leader mondiale del settore, con oltre 250 espositori di cui 30% internazionali (+10% rispetto all’edizione precedente), su uno spazio di 23.000 metri quadrati per 3 padiglioni espositivi.

Un target selezionato di visitatori, di cui il 25% internazionali, tra professionisti del settore funerario e cimiteriale. L’80%  dei visitatori sono titolari o responsabili degli acquisti e degli investimenti.

Tante le novità dagli espositori: dalla urne ai cofani (con delle esperienze interessanti in ambito green e del crescente mercato delle urne per animali), dalle auto funebri alla gioielleria commemorativa, dall’Arte funeraria agli accessori per il settore, fino ai servizi assicurativi a quelli informatici, fino alle novità tecnologiche e del web che “traghettano” il settore sempre più al passo con i tempi di un mondo globale e social.

Durante l’inaugurazione del 5 aprile si sono aperte interessanti riflessioni sulla formazione, sull’internazionalizzazione, sul passaggio generazionale delle imprese, sulla crescita del comparto e sula competitività delle aziende made in Italy. Sono state fatte importanti analisi sui necessari aggiornamenti della regolamentazione legislativa, con un approfondimento sulle problematiche della salute, della trasparenza e della legalità.

In questa edizione gli organizzatori hanno evidenziato una sempre maggiore necessità di riflettere sul cambiamento e sugli ambiti sociali del settore, con un occhio alla formazione delle aziende e dell’impresario funebre, e di offrire durante la manifestazione strumenti idonei per incrementare relazioni economiche, industriali e commerciali nonché degli indirizzi di carattere culturale con le sessioni TanexpoEducation  che hanno visto nei tre giorni seminari e convegni su cremazione (la cui crescita è stata analizzata tra sfide e opportunità), passaggio generazionale nelle aziende (gli errori da evitare e i problemi da affrontare per continuare a portare avanti con successo l’impresa di famiglia) e il marketing funerario (con il “coach” d’eccezione Robin Heppell, famoso impresario funebre canadese e formatore, che ha fornito linee e strumenti per trovare la propria strategia di rafforzamento del brand).

“Il successo e i grandi risultati di Tanexpo –  spiega Alberto Leanza, presidente di Conference Service, società organizzatrice di Tanexpo – sono frutto innanzitutto di investimenti mirati, di un intenso lavoro di relazioni e di un affiatato gioco di squadra, di prodotti di qualità dati dall’eccellenza  dei nostri espositori che vengono a Bologna da ogni angolo del globo. TANEXPO non si è posta solo come una qualificata vetrina espositiva, ma nel tempo ha riposto all’esigenza di diventare luogo di incontro, confronto e dialogo tra gli espositori e i visitatori, dove scambiarsi opinioni e idee in un clima costruttivo. Seminari, convegni e workshop sono nati poi per rispondere alle necessità crescenti di formazione e così a questi temi abbiamo dedicato la sessione TanexpoEducation che è stata accolta quest’anno con interesse e utilità per lo spazio di aggiornamento che offre “.

Tanexpo è ormai anche un network internazionale che permette alle aziende di aprirsi sempre a  nuovi mercati, tanto che si ricordano gli appuntamenti di Necropolis – Tanexpo World Russia e la seconda edizione dell’avventura  oltreoceano negli Stati Uniti con Miami Funer dal 13 al 15 marzo 2019.

Tanexpo dà appuntamento agli espositori e ai visitatori a Bologna nel 2020.

Altri articoli

0 Comment