Liguria un sospiro di sollievo “per ora”

Dopo i nostri incalzanti interventi in Regione Liguria per “sventare” la seria eventualità di arrivo di Croci, Onlus , Misericordie e compagnia cantando che volevano insediarsi ed esercitare la professione di imprese funebri senza esserlo di fatto, abbiamo finalmente ottenuto un parere in linea che fa prendere un profondo sospiro di sollievo a tutti i nostri associati di ponente.

Sostanzialmente interpreta quella zona grigia della Legge Regionale Liguria in cui viene definita la tipologia di impresa che può esercitare come attività funebre.

Quindi: NO ONLUS o VOLONTARIATO ed è assolutamente giusto così.

Giochiamo tutti ad armi pari senza scorciatoie fiscali, personale non pagato o distorsioni e ingerenze sul mercato.

Ora avanti tutta per mettere le mani su questo colabrodo di articolato normativo che lascia perplessi e spaventati.

E’ inconcepibile che in una Regione così epicentrica ed importante come la Liguria ci sia per il nostro settore una normativa di riferimento inutile e vecchia che lascia il territorio in balia di furbetti o conquistatori senza scrupoli.

Richiamiamo l’attenzione a ponente, levante e Genova affinchè comincino al più presto i lavori per poter garantire una continuità professionale e serena e tutti gli impresari lasciando risplendere il sole ligure anche alle future generazioni di impresari funebri.

Nostro riferimento sul territorio : Liliana Allaria 348 3192819

 

leggi la risposta del Commissario Straordinario dell’A.Li.Sa facendo clic su questo link

 

Altri articoli

0 Comment